Comunicato

Pubblicato lo studio idraulico per la sistemazione del nodo di Rigoli sul canale Ozzeri


Lucca, 26 Ottobre 2015

Facendo seguito agli incontri con gli altri Enti coinvolti (Ufficio del Genio Civile di Bacino Toscana Nord, Provincia di Pisa Servizio Difesa del Suolo, Comune di San Giuliano Terme e Consorzio di Bonifica n.1 Toscana Nord), è stato redatto da parte dell’Autorità di Bacino del Fiume Serchio il documento “STUDIO IDRAULICO PER LA SISTEMAZIONE DEL NODO DI RIGOLI SUL CANALE OZZERI”, luglio 2015, successivamente integrato con il documento “STUDIO IDRAULICO PER LA SISTEMAZIONE DEL NODO DI RIGOLI SUL CANALE OZZERI – INTEGRAZIONI”, settembre 2015.
Nel suo insieme lo studio analizza, dal punto di vista prettamente idraulico, il canale Ozzeri nel tratto che va da Ripafratta al fiume Serchio, al fine dell’individuazione della configurazione definitiva per il nodo idraulico di Rigoli, in corrispondenza della confluenza del canale Ozzeri nel fiume Serchio stesso.
Il documento comprende:

  • Una sintesi delle informazioni di quadro conoscitivo ad oggi disponibili per la zona di interesse;
  • Una descrizione dettagliata del modello idraulico predisposto per le successive analisi;
  • La scelta degli scenari idrologici di progetto;
  • L’analisi idraulica che, a sua volta, comprende:
    • Esposizione e commento dei risultati delle modellazioni idrauliche condotte nei diversi scenari studiati riferiti allo stato attuale;
    • Un elenco preliminare dei possibili interventi di progetto;
    • La verifica idraulica dei possibili scenari di progetto individuati.

In sintesi, con riferimento ai possibili interventi, lo studio individua le seguenti attività, in ordine di priorità:

  1. Adeguamento dell’attuale traversa delle paratoie a ventola e del tratto di rigurgito.
    Nel dettaglio tale primo intervento si compone di due parti:
    • Sostituzione delle attuali paratoie a ventola (clapet) con porte vinciane impostate sugli attuali scatolari (3 scatolari di dimensioni 4.00 x 2.20 m di altezza) e recupero della loro completa efficienza idraulica.
    • Adeguamento degli argini nel tratto a monte delle paratoie con l’introduzione di un franco di sicurezza non inferiore al metro, in riferimento ad un evento pluviometrico trentennale.
  2. Consolidamento del rilevato di separazione tra canale Ozzeri e fiume Serchio e degli altri manufatti di contenimento e difesa idraulica, per il tratto che va dalle paratoie alla confluenza dell’Ozzeri in Serchio.
  3. Ripristino delle vecchie porte vinciane o sostituzione di queste con paratoie a controllo meccanico.
  4. Recupero del volume di invaso ed adeguamento a cassa di espansione delle aree individuate nello studio come DX1, DX2 e DX3.

Lo studio è stato presentato e discusso con gli Enti più sopra citati in incontri svoltesi presso questo Ente ed è stato condiviso per quanto riguarda i criteri, i metodi, e le assunzioni fatte. Ugualmente condiviso è stato il punto 1 del precedente elenco (con l’eventuale variante di non sostituire i clapet con nuove porte vinciane bensì modificare le attuali paratoie al fine di permetterne la completa apertura ed il completo utilizzo delle luci degli scatolari esistenti) mentre è stato stralciato il punto 2 in quanto gli ultimi interventi realizzati già risolvono le problematiche che avevano portato alla sua stesura. E’ tuttora in corso di valutazione, relativamente al punto 3, l’opportunità di ripristinare il vecchio casello delle porte vinciane non in affiancamento al nuovo presidio delle paratoie a ventola, bensì quale sistemazione definitiva del nodo di Rigoli in alternativa al presidio delle paratoie.





  • Autorità di Bacino pilota del fiume Serchio
  • Via Vittorio Veneto, 1 - 55100 Lucca (LU)
  • Telefono: 0583.462241 0583.952355
  • C.F.: 93014950500 - PEC: bacinoserchio@postacert.toscana.it