Volume

Il Serchio e le sue acque: proposta di stralcio del piano di bacino, L. 18 maggio 1989, n. 183 – L. 4 dicembre 1993, n. 493 e contributi conoscitivi alla sua elaborazione.


Copertina quaderno Il Serchio e le sue acque

Quaderno n° 4


Sommario
  • PRINCIPALI PROBLEMATICHE RIGUARDANTI LA QUALITÀ DELLE ACQUE NEL BACINO DEL SERCHIO (Raffaello Nardi, Segretario Generale della Autorità di Bacino)
  • QUALITÀ DELLE ACQUE DEL FIUME SERCHIO E DEL FIUME MORTO. ASPETTI CHIMICI E BATTERIOLOGICI (G. Benedettini, C. Cini, P. Baroni, G. Ferri, B. Moggi, C. Molino. R. Nottoli, M.G. Venturi e V. Giaconi)
  • QUALITÀ BIOLOGICA DELLE ACQUE DEL FIUME SERCHIO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE COMUNITÀ DI MACROINVERTEBRATI (G. Benedettini, P.L. Bianucci, B. Moggi, A. Pizza, D. Pioli e F. Simoni)
  • QUALITÀ DELLE ACQUE DELL'ALTA VAL DI LIMA. ASPETTI CHIMICI, BIOLOGICI E BATTERIOLOGICI (C. Bruscoli e A. Corsini)
  • IL BACINO DEL FIUME CAMAIORE. QUALITÀ DELLE ACQUE E SALVAGUARDIA AMBIENTALE (G.N. Baldaccini )
  • IL BACINO DEL LAGO DI MASSACIUCCOLI (M. Cenni)
  • APPENDICE
    • LA FITODEPURAZIONE: SISTEMA NATURALE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO (E. Chierici, F. Egaddi e F. Moroni)
    • RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Estratto da pag. 5

PRINCIPALI PROBLEMATICHE RIGUARDANTI LA QUALITÀ DELLE ACQUE NEL BACINO DEL FIUME SERCHIO

Raffaello Nardi
Segretario Generale dell'Autorità di Bacino

Nel bacino del Serchio le problematiche riguardanti la qualità delle acque superficiali, più che sul fiume in senso stretto, che con i suoi principali affluenti rappresenta ii corpo idrico recettore della maggior parte del territorio, si manifestano specialmente nella zona costiera in corrispondenza del fiume Morto (parte settentrionale della pianura pisana), della fascia costiera di Viareggio, del fiume di Camaiore, del Lago di Massaciuccoli e di conseguenza nelle acque marine prospicienti. Altre problematiche, connesse principalmente con le acque di falda e con la loro utilizzazione, sono presenti anche nella parte del bacino corrispondente alla piana di Lucca.

Prescindendo, in una prima analisi, dai problemi specifici che riguardano la zona terminale del bacino e la piana di Lucca, il quadro che risulta dalle indagini conoscitive sulla qualità delle acque di scorrimento superficiale, condotte dall'Autorità di Bacino con la collaborazione della Regione Toscana, delle Province e dei Servizi Multizonali delle UU.SS.LL, ha delineato nel bacino due aspetti, apparentemente in antitesi:

  • da una parte la scarsa consistenza della capacita degli impianti di depurazione esistenti sul territorio, specialmente di quelli civili, rapportata dalla stima degli abitanti equivalenti;
  • dall'altra la buona qualità delle acque del Serchio e dei suoi affluenti principali.
La depurazione civile e industriale

Riguardo al primo punto, infatti, si può osservare che nel bacino del Serchio ii carico inquinante complessivo (civile, industriale, agricolo, zootecnico, etc.) può essere stimato pan i a 770.000 abitanti equivalenti, di cui 270.000 sono costituiti dalla popolazione residente: a fronte di ciò la capacita effettiva di depurazione è stimata invece in circa 345.000 abitanti equivalenti. Ii quadro generale della distribuzione e dell'entità degli impianti di depurazione ricadenti nel bacino è rappresentato nella cartografia allegata e nelle tabelle di sintesi, redatte dai Servizi Multizonali.
...





Quaderni dell'Autorità di Bacino del fiume Serchio
Aprile 1995

Volume disponibile in copia cartacea presso questo Ente

AllegatoDimensione
Quaderno-4-ADB-Serchio.zip64.66 MB
  • Autorità di Bacino pilota del fiume Serchio
  • Via Vittorio Veneto, 1 - 55100 Lucca (LU)
  • Telefono: 0583.462241 0583.952355
  • C.F.: 93014950500 - PEC: bacinoserchio@postacert.toscana.it