Delibera del Comitato Istituzionale n.121 del 1 agosto 2002


CRITERI PER LA DEFINIZIONE DEL DEFLUSSO MINIMO VITALE
NEL BACINO DEL FIUME SERCHIO.

(Legge 183/89, D.Lgs. 275/93, Legge 36/94, D.Lgs. 152/99

 

Il COMITATO ISTITUZIONALE

VISTA la legge 18 maggio 1989, n. 183, recante “Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo”;

VISTO il Decreto del Ministro dei LL.PP. emanato d’intesa con il Ministro dell’Ambiente in data 1° luglio 1989, con il quale il Bacino del fiume Serchio è individuato quale bacino pilota, in ottemperanza al disposto dell’art. 30 della suddetta legge 183/1989;

VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 253, recante “Disposizioni integrative alla Legge 18 maggio 1989, n. 183” ed in particolare l’art. 8;

VISTO il D.P.C.M. 14 gennaio 1992, riguardante la “Costituzione dell’Autorità di Bacino pilota del Fiume Serchio”;

VISTA la legge 4 dicembre 1993, n. 493, di integrazione della legge 18 maggio 1989, n. 183 e in particolare l’art. 12;

VISTO il D.Lgs. 12 luglio 1993, n. 275, riguardante il “Riordino in materia di concessione di acque pubbliche”;

VISTA la Legge 5 gennaio 1994, n. 36, che detta disposizioni in materia di risorse idriche;

VISTO il D.Lgs. 11 maggio 1999, n. 152, modificato dal D.Lgs. 25/2000, recante “Disposizioni sulla tutela delle acque dall’inquinamento e recepimento della direttiva 91/271/Cee concernente il trattamento delle acque reflue urbane e della direttiva 91/676/Cee relativa alla protezione delle acque dall’inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole”;

VISTO il D.L. 11 ottobre 2000, n. 279, convertito con modifiche con la legge 11 dicembre 2000, n. 365;

CONSIDERATO che il Comitato Istituzionale di questa Autorità di Bacino, ha approvato il progetto di Piano di bacino del Fiume Serchio, stralcio Assetto Idrogeologico, con delibera n. 112 del 18.12.2001;

CONSIDERATO che si rende necessario procedere alla scelta dei criteri per la definizione del Deflusso Minimo Vitale nel Bacino del Fiume Serchio;

CONSIDERATI altresì gli schemi di decreto in corso di elaborazione da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, recanti linee guida per la determinazione, tra l’altro, del minimo deflusso vitale (art. 22, comma 4, D.Lgs. 152/1999;

RITENUTO di poter utilmente contribuire, in fase sperimentale, alla definizione ministeriale dei criteri per la determinazione del deflusso minimo vitale;

VISTO il verbale della seduta del 1° agosto 2002 di questo Comitato Istituzionale costituito (ai sensi dell’art. 12, comma 3, della legge 183/1989 e successive modifiche ed integrazioni, dell’art. 8 della Legge 253/1990 e delle decisioni regionali) dai Ministri dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, delle Infrastrutture e dei Trasporti, delle Politiche Agricole e Forestali, dell’Interno delegato per il Coordinamento della Protezione Civile, per i Beni e le Attività Culturali, dal Presidente della Giunta Regionale della Toscana, dai Presidenti delle Amministrazioni Provinciali di Lucca, Pisa e Pistoia, dal rappresentante delle Comunità Montane e dal Segretario Generale;

DELIBERA

 

ART. 1 - Di adottare i criteri per la definizione del Deflusso Minimo Vitale, con la relativa relazione tecnica ed elaborati allegati alla presente, quali contributo del bacino sperimentale del Serchio alla definizione ministeriale.

ART. 2 – Di stabilire che i criteri sperimentali per la definizione del Deflusso Minimo Vitale di cui all’art. 1, trovano immediata applicazione nel bacino del Fiume Serchio in attesa della determinazione ministeriale.

Roma, 1° agosto 2002

 

Il Segretario Generale
Raffaello Nardi     
  • Autorità di Bacino pilota del fiume Serchio
  • Via Vittorio Veneto, 1 - 55100 Lucca (LU)
  • Telefono: 0583.462241 0583.952355
  • C.F.: 93014950500 - PEC: bacinoserchio@postacert.toscana.it